Diffondere un comunicato stampa o una qualsiasi news aziendale sul Web vuol dire molto di più che inviare un pugno di mail in ccn a redazioni e giornalisti sperando che ci pubblichino. La digital PR è questione di relazioni, contatti che vanno costruiti e coltivati nel tempo. Ma si tratta anche di sviluppare un messaggio comunicativamente efficace, notiziabile e accattivante per giustificare una sua diffusione spontanea.

Come agenzia web ci capita molto spesso di svolgere per i nostri Clienti attività come:

Abbiamo deciso allora di raccogliere in questa guida alcuni consigli e riflessioni su come progettare e sviluppare al meglio una campagna di Digital PR realmente efficace, capace di catalizzare l’attenzione del nostro target di clienti o dei nostri stakeholders. Partiamo dagli obiettivi.

Gli obiettivi di una campagna di Digital PR

Una campagna di PR online ha lo scopo di:

  1. Veicolare il messaggio aziendale al suo target
  2. Assicurare la massima visibilità del messaggio
  3. Produrre traffico profilato verso il sito
  4. Accrescere la notorietà e la percezione positiva del brand presso gli stakeholders

Alcuni benefici laterali, funzionali anche alle strategie SEO sono:

  1. La creazione di potenti backlink
  2. Il miglioramento del posizionamento sui motori di ricerca per effetto dei link di cui sopra

Come vedete dietro un semplice comunicato stampa c’è molto di più!

Se i vantaggi di una campagna di Digital PR sono evidenti, è altrettanto facile individuare gli ostacoli che spesso ne limitano l’efficacia, impedendole di raggiungere gli obiettivi prefissati. Uno di questi è legato al volume enorme di contenuti online che vengono quotidianamente diffusi: siti di news, blog di settore, pagine e gruppi Facebook, profili Instagram.

La domanda da porsi allora diventa: come posso far sì che il mio comunicato stampa venga notato dai giornalisti, si distingua dalla massa e colpisca al cuore il mio target?

Identifica il tuo pubblico

Quando decidi di sviluppare una strategia di Digital PR come parte di una campagna di marketing online più complessa dovresti aver già individuato il tuo pubblico di riferimento. Lavorare sul Web ci obbliga a porci domande ulteriori, rispetto a quelle che ci porremmo se dovessimo semplicemente descrivere la nostra buying persona offline.

  • Quali sono le principali parole chiave che il mio pubblico utilizza quando cerca il mio servizio o prodotto?
  • Quali sono i siti che visita? Quali quelli su cui si informa relativamente al mio servizio o prodotto?
  • Chi sono i principali influencer del mio mercato per ogni canale web (web journalists, testate di settore, blog, social influencer?
  • Riesco a definire il mio pubblico attraverso dati demografici? (età, sesso. geolocalizzazione ecc.)

Queste informazioni ti consentiranno di produrre un contenuto che parli esattamente al tuo pubblico offrendo soluzioni per un problema concreto. Come puoi essere davvero utile ai tuoi clienti? È questa la domanda principale che devi tenere a mente quando vuoi diffondere un comunicato stampa aziendale. Le parole chiave individuate ti aiuteranno inoltre a produrre un contenuto idoneo a posizionarsi sui motori di ricerca, magari intercettando le ricerche di informazioni, consigli o guide sull’argomento.

Suscita interesse

L’obiettivo principale è incrementare il valore del brand generando interesse, diffusione virale e nuovi lead attraverso uno stile giornalistico accattivante. La chiave del successo di un comunicato stampa risiede nella capacità di fornire informazioni utili ma incomplete che attirino l’utente sulle tue piattaforme per saperne di più. Il visitatore atterrerà sul tuo portale attraverso un link, informandosi su Google, rintracciando le tue pagine social: qualunque sia il canale scelto, assicurati che ad aspettare il tuo utente ci sia un funnel di conversione pronto e performante.

Fa riferimento a grandi eventi o importanti tematiche di attualità

Un trucco vecchio quanto il mondo ma dannatamente efficace. Utilizzare l’associazione con grandi eventi o tematiche di attualità, quando affini e compatibili con il tuo business, può costituire un ottimo veicolo per coinvolgere il pubblico e aiutare il comunicato stampa a diventare virale.

Una buona idea per stare sempre sul pezzo è controllare i trend di Google Trends o, perché no, di YouTube.

Relazioni con i media: croce e delizia

Il requisito fondamentale per la riuscita della tua campagna di PR è fare in modo che i media di riferimento sposino la tua causa e decidano di ribattere il tuo messaggio. Stringere legami con testate, giornalisti e blogger ti assicurerà un vantaggio competitivo di rilievo, in particolare oggi, in un momento in cui l’informazione online tende a dominare rispetto agli altri canali di comunicazione. Affidarti ad un’agenzia di comunicazione come Ploomia ti consente di sfruttare la nostra rete di contatti per raggiungere le orecchie (e le penne) giuste.

Quando pensiamo al nostro messaggio bisogna poi ricordare che i giornalisti sono persone molto impegnate che spesso hanno poco tempo per controllare accuratamente tutte le notizie e i comunicati stampa che ricevono ogni giorno. Come riuscire ad attirare la loro attenzione?

Devi essere credibile: assicurati sempre che la tua notizia sia degna di essere raccontata. Se tu fossi il media che stai contattando… ti pubblicheresti? Si tratta di una news rilevante per il pubblico a cui solitamente parla il media di riferimento?

Non basta una mailing list

Una mail spesso non basta. Un passaggio obbligato, soprattutto quando non hai contatti diretti con le redazioni, diventa contattare telefonicamente giornalisti e media per presentarti e spiegare le ragioni per le quali la tua news potrebbe essere interessante per i lettori. Quando possibile vale la pena organizzare un Incontro “face to face”, soprattutto quando parliamo di testate verticali, che operano proprio nel tuo mercato di riferimento. Come qualsiasi prodotto o servizio anche una notizia va “venduta” e questo è possibile solo costruendo un rapporto di fiducia con il nostro destinatario. Ragionare sul breve periodo non basta: non c’è niente di meglio che sviluppare un rapporto duraturo nel tempo con il media che abbiamo scelto.

Monitorare il Web

Tra i migliori suggerimenti che possiamo darti per ottimizzare la tua campagna di Digital PR, non potevamo non consigliarti di tenere traccia di tutto quello che viene detto sulla tua azienda (e sul tuo mercato) sul web: devi sapere quello che viene diffuso per poter agire o reagire.

Questo è utile per individuare nicchie in cui inserire la tua attività di PR ma anche per curare la tua web reputation. Immaginiamo di lanciare un prodotto sul mercato che nel giro di poco tempo attira su di sé un numero considerevole di commenti/recensioni negative. Se non monitorassi la situazione, non saresti in grado di controbattere ai feedback negativi.

Per aiutarti esistono strumenti molto interessanti ed estremamente elaborati, ma per cominciare con una soluzione gratuita e accessibile a tutti, perché non affidarsi a Google Alert? Il monitoraggio di eventuali notizie sulla tua nicchia di prodotto o sul tuo brand ti consentirà di conoscere qualsiasi reazione sia connessa ad essi, positiva o negativa.

Ricorda infine che i contenuti creati direttamente dai consumatori rappresentano oggi uno dei veicoli in più rapida crescita sul web, sia per engagement che per fiducia suscitata nel pubblico. Assicurati di utilizzarli a tuo vantaggio. Blogger e influencer di settore hanno spesso il potere di creare o distruggere istantaneamente un prodotto o una storia, e tu… devi essere pronto a cavalcare l’onda.