Ci piace fare finta che non sia così, ma la dura realtà è questa: quando qualcuno pronuncia la parola SEM il cervello va immediatamente alla (vecchia!) interfaccia di AdWords.

Finisce tutto lì? 3 news per ricordarci che il mare del Search Engine è pieno di pesci!

 

Mi chiamo SEM… e oltre AdWords c’è di più!

#1 Store Visit Insights: ora Google sa anche chi entra in negozio!

A tutti coloro ancora convinti che sia il passaparola a portare le persone in Negozio, Google dedica l’ultima Feature per il Marketing Omnichannel.
Grazie all’interazione con Maps ed al sempre più diffuso utilizzo del mobile per le ricerche e gli acquisti online, Store Visit Insights è in grado di portare il Conversion Tracking ad un nuovo livello. Calcolando la prossimità del dispositivo rispetto allo store fisico, la grande G sarà in grado di dirci quanti, dopo aver interagito con i nostri Ads online, hanno deciso di concludere la conversione “in loco”.

I buoni propositi non mantenuti… non sono più segreti!

#2 Countdown per il GDPR: in casa Google ci si prepara a 360°

Ormai siamo agli sgoccioli, il 25 Maggio incombe e la minaccia di sanzioni a chi violerà il nuovo General Data Protection Regulation diventa sempre più consistente. Mentre online rimbalzano notizie di auspicate, ma già smentite, proroghe di 6 mesi per la messa in regola dei sistemi, anche in casa Google ci si prepara per essere, in una parola, compliant!

Come già successo nelle scorse settimane per i Facebook Advertisers, anche per gli inserzionisti che usano Google ed il suo Network è tempo di adeguarsi. Se per Gmail e Youtube non ci saranno problemi, per i tool pubblicitari le cose sono diverse, ogni sito che utilizzi le soluzioni pubblicitarie dovrà chiedere il consenso legalmente valido degli utenti per utilizzare i loro dati in campagne mirate.

E per chi scegliesse l’opt-out? Google assicura che sono in arrivo strumenti ad hoc… stay tuned!

 

#3 Scontro fra titani: Google Shopping somiglia sempre più ad Amazon

Ormai, in risposta ad una query shopping, la SERP tende sempre più ad assomigliare ad una pagina dei risultati di Amazon, e con la versione Beta dell’ “Acquista da Google” già disponibile per alcuni inserzionisti in US  sembra che i modelli di Business dei due giganti vadano verso l’inevitabile collisione.

In molti, ormai, si sono accorti che la possibilità di sponsorizzare i prodotti in Amazon presenta non pochi punti a favore, non ultimo la possibilità di scegliere per quale keywords far comparire i propri prodotti nella pagina di ricerca. Insomma, una PPC in piena concorrenza con AdWords.

D’altronde, Google si prepara ad essere un big competitor nel mondo delle Driverless Car… che voglia sfidare i Droni di Amazon all’ultima consegna?

Resta in contatto con Eleonora!